Serbatoio maggiorato Lambretta

Techno_Chimp/ Febbraio 10, 2021/ opinioni, recensione/ 0 comments

Cercando di migliorare il rendimento del motore della mia Lambretta 125 Special, che non aveva una carburazione ottimale, ho provato ad acquistare e installare un manicotto Casa Performance MaxiFlow con il relativo filtro aria PowerFlow, giusto per fare una prova. Beh, la prova è andata talmente tanto bene che non ho assolutamente intenzione di tornare indietro al vecchio airbox originale, che è stato rimosso.
Ho quindi alleggerito la Lambretta (è incredibile quanto pesante fosse la scatola rimossa) ma sostanzialmente ho creato un inutile buco tra portaoggetti e serbatoio. Si sà, lasciare un vuoto inutilizzato in una così bella posizione è peccato… La batteria ce l’ho già altrove, cosa ci metto?

E’ così che mi è balenata l’idea di mettere un serbatoio maggiorato. Ho cercato quindi sia da venditori tradizionali che sui più famosi siti di commercio online, senza però trovare un serbatoio che si conformasse alla mia idea. Cioè, se devo spendere denaro, certo non lo faccio per 3 litri in più, ma nemmeno voglio rinunciare al bauletto! La soluzione italiana sarebbe un serbatoio Europlast (cod. 075/1) ma, al momento in cui lo vidi, non aveva alcuno sconto sul prezzo e si aggirava su poco meno di 300 euro. Ho cominciato quindi a prendere in considerazione i siti inglesi che solitamente sono ben forniti per quanto concerne le customizzazioni. In passato ho comprato la mia sella su TSR acquistando un ottimo prodotto a prezzo concorrenziale. Sono conscio che nel frattempo è intervenuta una cosa chiamata Brexit, ma decido di fottermene e mi imbatto nel serbatoio che mi sembra perfetto, sul sito Beedspeed.

Come si pò notare dall’immagine, questo serbatoio garantisce un piccolo spazio portaoggetti, rendendo ancora utile lo sportellino fra le gambe, garantendo ben 17 litri di capienza. Il prezzo, spedizione inclusa, è di 208 euro e mi sembra concorrenziale. Decido quindi per l’acquisto, non curandomi nemmeno del fatto che il negozio non avesse risposto alla mia mail di qualche giorno prima in cui ponevo qualche domanda sul prodotto. D’altronde quando ti prende la ghirba per l’acquisto, diventi cieco come quando non ci vedi più dalla fame e vuoi una Fiesta.

Dopo aver concluso la transazione con Paypal, attendo la mail di conferma della spedizione ma passa una settimana senza notizie. Apro quindi un ticket nel suddetto sito di pagamenti online e maGGicamente il customer care mi risponde che purtroppo al lavoro sono in pochi e si scusano. Tre giorni dopo finalmente parte il pacco che arriva in Italia abbastanza celermente, tranne essere trattenuto all’Hub UPS di Carpi, che se lo terrà in ostaggio altri 10 giorni per non meglio precisate operazioni di “sdoganamento”.

Dogana?
mh…
Brexit!

Dopo innumerevoli chiamate alla UPS e dopo aver fornito il mio codice fiscale due o tre volte, 33 giorni dopo l’ordine metto finalmente le mani sul serbatoio con la gradevole sorpresa di dover pagare circa il 30% del valore della merce come tassa doganale.

 

Innanzitutto devo fare un mea culpa, perchè è veramente stupido ordinare qualcosa dall’Inghilterra poco dopo l’entrata in vigore della Brexit, in quanto oltre a pagare 33 sterline di tasse a loro, ho pagato anche 64 euro di dazi d’importazione, per un totale di 277 euro in tutto. Inoltre il pacco è rimasto in ostaggio in dogana a Carpi per ben 10 giorni.
Diciamo che mi conforta il fatto che avevo effettuato una accurata ricerca e il serbatoio che ho acquistato è quello che maggiormente si avvicina all’ideale che cercavo e nessun sito europeo lo aveva.
A prima vista il serbatoio è integro e ben fatto. Presenta della sostanza polverulenta bianca su alcune superfici, tipo borotalco (o cocaina?) e all’interno si intravede qualche piccola macchia di ossido ferroso superficiale (ultima foto della galleria), ma non mi pare un problema serio.
Per le misure ed eventuali inconvenienti di montaggio rimando a quando ci metterò mano la settimana prossima. Potete continuare a seguire il resto dell’avventura sul forum 2Tempi.it, mentre la discussione che ha portato alla scelta di questo serbatoio in particolare la potete leggere qui.

Piccola nota di colore: era incartato in un giornale vietnamita.

Infine parliamo di Beedspeed. Il mondo del commercio online si è evoluto tantissimo nel venire incontro alle esigenze del cliente e, ormai, la customer care è diventata una voce importantissima, che spesso fa la differenza.

Il pacco è arrivato? . Era integro e ben imballato? . Il contenuto rispetta quanto ordinato? .

Epperò bisogna anche dire che il pacco è stato preparato 10 giorni dopo l’ordine e che hanno risposto alle mie mail solo dopo che avevo aperto un ticket con Paypal. Inoltre, ma non gli attribuisco colpe per adesso, se fosse stata più chiara l’entità del dazio da pagare, probabilmente non avrei acquistato.

Alla mia domanda: “Of course I understand it’s not your fault, but how the fuck did you come up with this damn Brexit?“, il buon Reggie del customer service ha (con incredibile velocità) risposto: “Honestly I don’t know how we even come up with the Brexit, it’s absolute disaster“.

Insomma, per il momento tutto è bene ciò che finisce bene.

Dario Capatti

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*