The Wight Monkey!

Techno_Chimp/ Agosto 18, 2021/ lambretta, raduni, viaggi/ 0 comments

E infine sta arrivando il momento.
Lambretta permettendo, l’Isola di Wight mi aspetta!
Ecco il piano definitivo, ovviamente senza autostrade, per coprire i 1200km fino a Dieppe:

  • partenza lunedì 23 agosto alla volta di Aosta, dove posso scroccare un letto al mio amico Roberto (330km);
  • martedì 24 agosto si và verso il Lago di Lemano scortato dai The Monkeys Aosta Mont-Blanc; saluti&baci a Losanna e poi via verso il cuore della Francia (previsti 300km);
  • mercoledì 25 agosto si attraversa la Borgogna (previsti oltre 300km);
  • giovedì 26 agosto incursione a Parigi, mi piacerebbe fare qualche bella foto (previsti 200km);
  • venerdì 27 agosto arrivo a Dieppe, traghetto a mezzogiorno per essere su suolo britannico a pomeriggio inoltrato, il traghetto ci mette circa 4 ore; poi un centinaio di chilometri in direzione Portsmouth e in serata dovrei essere sull’isola!

  • sabato 28 agosto vediamo un po’ com’è l’ambiente; col senno di poi forse ho sbagliato a non programmare di rimanere anche domenica, vedremo se me ne pentirò;
  • domenica 29 agosto si torna verso Newhaven e avrò il tempo per fermarmi a Brighton; il ritorno su suolo francese è previsto in serata;
  • lunedì 30 agosto si attraversa la valle della Loira;
  • martedì 31 agosto si attraversa l’Alvernia Rodano-Alpi;
  • mercoledì 1 settembre, attraverso la Provenza si arriva a Tolone dopo poco più di 1000km;
  • giovedì 2 settembre dovrei essere in terra sarda, in tempo per partecipare il giorno successivo al..
  • (venerdì 3 settembre).. Sardegna Scooter Rally a Tortolì!

 

E’ un programma ambizioso, lo vedo ancora di più ora che l’ho scritto, ma la Lambretta sembra pronta a supportarmi.

I biglietti dei traghetti sono stati prenotati e anche il pernottamento sull’Isola di Wight. Pure il fascione dedicato che ho realizzato è arrivato da tempo.

Cosa porterò con me? Sulla Lambretta, riconfigurata travel-mode con parabrezza e portapacchi, sono sempre presenti:

  • mini-compressore a batteria;
  • spray gonfia e ripara;
  • minuteria varia sia meccanica che elettrica;
  • qualche attrezzo;
  • cavo USB;
  • lampadine led anteriori di ricambio.

Oltre a queste cose, porterò:

  • borsone a tenuta stagna Amphibious, rigorosamente giallo Monkeys, da sistemare sul portapacchi anteriore;
  • borsettina a tenuta stagna da riempire con oggetti pronto-uso;
  • borraccia termica (ho bucato il pessimo bauletto in vetroresina e ho agganciato un portaborraccia);
  • guanti omologati e kit obbligatorio per il codice della strada francese;
  • tuta antipioggia;
  • magnifici scarponi gentilmente offerti dall’Arma dei Carabinieri;
  • cuscino gonfiabile Amphibious, giusto per cambiare un po’ la posizione della seduta;
  • patchs, adesivi e fascioni da scambiare o regalare.

Non porterò con me tenda e attrezzatura varia da campeggio perchè prenoterò giorno per giorno qualcosa usando booking. Lo ammetto, una bella doccia e un letto mi attraggono troppo. Serve tempo e pazienza per montare e smontare tutto ogni giorno e pur non disdegnando, una vacanza con la tenda dovrebbe essere impostata sul campeggio, non sul viaggio.. e io devo viaggiare spedito.

Sono pensieroso riguardo alle gomme. Al posteriore ho uno pneumatico tubeless SIP che si sta rivelando davvero generoso; sembra essere nella seconda metà del chilometraggio disponibile e posso terminarlo con questo viaggio; all’anteriore ho un tubeless Metzeler ME1 che, benchè al posteriore duri nulla, all’anteriore non si usura altrettanto ma è montato già dall’anno scorso dopo il mio tour italiano, tanto che credo al ritorno da questo viaggio sarà da sostituire. Insomma, la situazione coperture non è fresca..

Per quanto riguarda il motore, porterò con me 3 litri di olio buono, ottenuto da spremitura a freddo, da miscelare al 2% per salvaguardare le fasce elastiche. Devo solo trovare un posto dove metterlo!

Sono molto eccitato all’idea della partenza, ma la mia congenita paranoia sulla meccanica mi tormenta. Non che ne abbia motivo, intendiamoci. L’ultimo upgrade al motore ha ormai migliaia di chilometri sul groppone senza avermi mai tradito. L’unico punto debole sembra essere il gruppo termico. Hai detto niente, direte, è il cuore! Ok, ma anche se non particolarmente perfomante, anche quando azzoppato di una fascia elastica, comunque non mi ha mai lasciato per strada e gli voglio bene. Non ditegli però che questo inverno lo sostituisco!

Bene, credo sia tutto per un articolo su un viaggio che nemmeno ho ancora fatto quindi, buon meteo a me!

(Ah cazzo, il meteo! Qualcuno ha controllato??)

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*